Eros e Mito a Pompei

Eros e Mito a Pompei

Eros e Mito a Pompei
Pompei Poster locandina

Il docufilm di Pappi Corsicato POMPEI. EROS E MITO – con la partecipazione straordinaria di Isabella Rossellini – riporta l’incanto di Pompei sul grande schermo, con una visione davvero particolare, ricca di fascino autentico e una narrazione contemporanea.

Il sito archeologico di Pompei è il più famoso al mondo e il più frequentato, sono ben quattro milioni i visitatori che provengono da ogni parte del globo. L’UNESCO lo ha inserito nella lista dei siti Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Un luogo permeato di storia, che si respira a partire dalle pareti ricoperte da affreschi che raccontano le passioni violente, i giochi di potere, i rapporti amorosi e l’atmosfera che si percepiva e respirava tra le strade e camminando per i templi. Una eredità storica e artistica, giunta fino a noi e che ancora oggi è possibile in parte ritrovare, tra le rovine e i reperti che sono sopravvissuti alla drammatica eruzione del 79 d.C.

Eros e Mito a Pompei
(immagine dal docufilm) Pompei Eros e Mito

Nel corso degli scavi di Pompei tornarono alla luce tesori, statue, affreschi, mosaici, reperti di vita quotidiana, ville e abitazioni private che riescono tuttora a raccontare e a farci immaginare, quella che era la vita di una città vivace che aveva al suo interno giardini, fontane e preziosi elementi decorativi. Grazie alle opere conservate al MANN – Museo Archeologico Nazionale di Napoli – è possibile conoscere anche la vita degli abitanti di Pompei prima che avvenisse l’eruzione e ciò che di loro è rimasto scolpito o meglio fuso, dalle temperature altissime, formando tracce che grazie a calchi, hanno idealmente riportato in vita le storie di uomini e donne. Un percorso esplorativo ricco di dettagli e con un particolare occhio di riguardo, sul Gabinetto Segreto del MANN, istituito dai Borbone che venne impiegato per custodire i reperti considerati “scandalosi” ed esplicitamente erotici.

Eros e Mito a Pompei
(immagine dal docufilm) Pompei Eros e Mito

Pappi Corsicato che ha diretto questo docufilm – e che di recente ha firmato anche il documentario dedicato a Julian Schnabel – spiega con queste parole, la sua scelta: “Pompei è un luogo che fa parte dell’immaginario collettivo non solo di noi italiani ma di tutto il mondo. Il cinema e la fotografia lo hanno raccontato così tante volte che il rischio di cadere in cliché è alto. È per questa ragione che ho deciso di rappresentare Pompei come un’entità dotata di vita propria, un essere pulsante che continua, dopo 2.000 anni, a essere una fonte continua di ispirazione e di scoperta. Insieme agli autori abbiamo quindi scelto di raccontare le storie che rendono ancora viva Pompei, tra mito e realtà”.

Eros e Mito a Pompei
Pappi Corsicato – foto di Federica Belli

POMPEI. EROS E MITO è prodotto da Sky, Ballandi e Nexo Digital, in collaborazione e con il contributo scientifico del Parco Archeologico di Pompei e con la partecipazione del MANN, Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Amore, eros, lotte e ricerca dell’immortalità

Dopo duemila anni, Pompei continua a regalarci meraviglia, stupore e mistero, attraverso anche quei miti e personaggi immortalati sulle pareti affrescate nella celebre Villa dei Misteri. La storia d’amore tra Bacco e Arianna, la leggenda di Leda e il Cigno, le lotte tra i gladiatori e il disperato tentativo di Poppea Sabina – la seconda moglie dell’imperatore Nerone – di ottenere l’immortalità. Nel docufilm POMPEI. EROS E MITO sono tutti rievocati, in chiave contemporanea. Il regista Pappi Corsicato ha svolto un grande lavoro di elegante ricostruzione, senza ricorrere all’uso di costumi antichi e donando un tocco di modernità e soprattutto una maggiore carica empatica alla narrazione, attraverso i volti e le figure di attrici e attori contemporanei. Questo sicuramente consente un approccio più immediato, ravvicinato e coinvolgente anche da parte del pubblico più giovane.

Isabella Rossellini è – in voce e presenza – la narratrice d’eccezione

Una grande bellezza tra le bellezze. Sono l’eleganza e lo stile unico e pluripremiato di Isabella Rossellini, nelle vesti – moderne – di narratrice d’eccezione, a condurci attraverso le strade di Pompei. La sua presenza e la sua voce accompagnano gli spettatori alla scoperta dei miti che hanno anche contribuito a influenzare artisti come Pablo Picasso e Wolfgang Amadeus Mozart e che dalla magia di Pompei, rimasero affascinati.
Isabella Rossellini ha così descritto il suo ruolo all’interno di POMPEI. EROS E MITO.
Questo film lo abbiamo girato proprio qualche giorno, qualche settimana, prima del lockdown. Ho accettato subito. Del resto, come rinunciare a Pompei? Lavorare con una troupe a un film è sempre l’occasione per riscoprire dei luoghi che ovviamente già conoscevo ma che si conoscono meglio girando un film. Adoro il cinema di Pappi Corsicato, la sua ironia, il suo stile, la sua classe. Quando mi ha proposto questo film, ho capito che sarebbe stato un nuovo punto di vista su Pompei”.

Eros e Mito a Pompei
Isabella Rossellini – Pompei Eros e Mito – Ph.: Daniele Cruciani

Che musica, Maestro. La colonna sonora originale è firmata da Remo Anzovino

La colonna sonora originale di POMPEI. EROS E MITO (titolo internazionale: “Pompeii. Sin city”), disponibile sugli store digitali su etichetta Nexo Digital/Sony Classical, è firmata dal compositore e pianista Remo Anzovino, che ha dato prova della sua indiscussa capacità, in altre narrazioni filmiche dedicate alle meraviglie dell’arte mondiale. Ed è infatti stato premiato ai Nastri d’Argento 2019 con una Menzione Speciale per le sue colonne sonore originali dei docufilm d’arte.

Eros e Mito a Pompei
Remo Anzovino (al microfono durante la conferenza stampa di presentazione)

La Grande Arte al Cinema di Nexo Digital

La presentazione di POMPEI. EROS E MITO che si è svolta a Milano ha contato della presenza di Pappi Corsicato e del Maestro Remo Anzovino. Nel film sono presenti gli interventi di Massimo Osanna, Direttore Generale del Parco Archeologico di Pompei dal 2014 al 2020; Andrew Wallace-Hadrill, Professore Emerito di Studi Classici, Università di Cambridge; Catharine Edwards, Professore di Studi Classici e Storia Antica – Birkbeck, Università di Londra; Darius Arya, Direttore American Institute for Roman Culture; Ellen O’Gorman, Professore Associato di Studi Classici, Università di Bristol.


La Grande Arte al Cinema è un progetto originale ed esclusivo di Nexo Digital ed è distribuita in esclusiva per l’Italia da Nexo Digital con i media partner Radio Capital, Sky Arte, MYmovies.it e in collaborazione con Abbonamento Musei.

L’elenco delle sale e il programma dettagliato è disponibile sul sito nexodigital.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: