Io&LizzieSiddal

Elizabeth, l’eterea bellezza preraffaellita

Elizabeth Siddal – modella prescelta e prediletta – è la  figura più famosa, ritratta nei quadri dei Preraffaelliti. Una donna ricca di fascino etereo avvolta da un’aurea misteriosa e protagonista di un tormentato amore con il poeta-pittore Dante Gabriel Rossetti.

Chi è Elizabeth Siddal?

Elizabeth Siddal  è una donna forte ma fragile e cagionevole di salute al punto da assumere costantemente grandi dosi di Laudano che le sono fatali. L’11 febbraio del 1892, infatti Lizzie muore. Viene seppellita con le poesie che Dante Gabriel Rossetti – il suo tormentato amante – ha composto per lei. Una leggenda narra che i suoi capelli continuano a crescere anche dopo la sua morte.

È lei che posa in diverse opere diventate capolavori, come l‘Ophelia di Millais – che  mi sono trovata davanti agli occhi nell’estate 2019 a Milano e mi ha lasciato senza fiato e compare anche nel ritratto del 1854 che mi sono trovata “casualmente” ad osservare durante la lettura di testi sui Preraffaelliti e che per gioco ho associato a una mia fotografia recente, creando il seguente artwork.

Io&LizzieSiddal
Io&LizzieSiddal artwork realizzato con il ritratto – a destra – di Elizabeth Siddal di Dante Gabriel Rossetti del 1854, Delaware Museum of Art, Wilmington, DE

I Preraffaelliti: chi sono?

Prima di tutto, facciamo un passo indietro spendendo due parole per far capire a chi non li conoscesse chi sono gli appartenenti a questa corrente pittorica rivoluzionaria. Siamo nella Londra vittoriana della metà del XIX secolo (1837-1901) e un gruppo di giovani artisti, pittori, non condividono la direzione dell’arte, vogliono abolire e destituire i modelli accademici e riportare in vita elementi e costumi di un nostalgico passato che sappiano coniugare la vita, l’arte, e la bellezza. Il nome della Confraternita deriva dal pittore Raffaello Sanzio che ritengono responsabile della deriva pittorica, avendo alimentato l’idealizzazione della natura e sacrificato la realtà in favore degli ideali di bellezza ritenuti più importanti dai potenti.

Elizabeth la prescelta è Lizzie, Ofelia e The Lady Of Shallot

Alla guida di questo gruppo di artisti “rivoluzionari” – formato da William Hunt, John Everett Millais e Walter Howell Deverell – c’è Dante Gabriel Rossetti. Il giovane pittore, è ossessionato da una meticolosa ricerca della modella perfetta che possa incarnare e rappresentare il suo ideale di bellezza.

Elizabeth Siddal, viene scoperta dal pittore inglese Walter Howell Deverell che la introduce e la presenta al circolo dei Preraffaelliti. Lizzie dalla carnagione pallida e i lunghi capelli fulvi, è una donna di umili origini, ricca di fascino nobile che la rende quasi irraggiungibile. La sua bellezza rapisce completamente i Preraffaelliti. In breve tempo, diventa la modella del gruppo e per Dante Rossetti anche la compagna ideale con cui instaurare un legame totalizzante. Lizzie che trascorre interamente il suo tempo presso il suo studio posando come modella, diventa la sua amante e inizia con lui una relazione, caratterizzata da arte e passione, tormento e ossessione.

Elizabeth – contrariamente agli ideali dei preraffaelliti che la idealizzano come una creatura eterea, dolce e remissiva – ha un carattere molto forte e deciso, anche se nasconde una fragilità e sopratutto una salute cagionevole anche dovuta – pare – alla bronchite che le fu causata da una lunga permanenza  nell’acqua fredda della vasca utilizzata durante la realizzazione della rappresentazione pittorica, della morte della “Shakespiriana” Ofelia di Millais.

E che dire dell’affascinante Lady Of Shallot di cui recentemente è stato reso pubblico questo interessante contributo video – in inglese – di Tate  che racconta dell’interessante storia dietro a questo meraviglioso dipinto di John William Waterhouse del 1888 (che prende spunto da una poesia di Skakespeare) che, in realtà, è legato ad altri due. Vi invito a vederlo, magari attivando i sottotitoli che vi aiuteranno a una migliore comprensione.

Where the Wild Roses Grows

Per concludere in bellezza, un riferimento musicale ricco di poetico fascino decadente ad opera di Nick Cave che duetta con la splendida Kyle Minogue in questo brano Where The Wild Roses Grows?

Alla prossima! 👩‍🦰

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: