Eroi, santi, visionari e super-eroi di ieri. E oggi?

A scuola, la parte più bella e coinvolgente da studiare, nella storia della letteratura, per me era quella relativa ai racconti degli eroi.  Ricordo che quando sfogliavo quel grande e pesante libro di epica alle medie, era come aprire uno scrigno da cui – ogni volta – uscivano tesori di ogni genere. Omero con l’Iliade prima e soprattutto con l’Odissea poi, mi affascinò da subito. Ascoltavo con attenzione quelle lezioni, prendevo appunti, sottolineavo e quando a casa dovevo studiare, lo facevo con grande piacere. Ulisse e le sue avventure mi trasportavano in una dimensione fantastica da cui difficilmente riuscivo a distogliere l’attenzione.

Cavalieri, visionari, viaggiatori e santi

Ci furono poi anche i poemi cavallereschi: I Cavalieri di Re Artù con Lancillotto, I tre moschettieri, Don Chisciotte della Mancia e Marco Polo con Il Milione. Oh quanto mi innamorai di questo viaggiatore veneziano. Credo che il primo embrione della voglia di viaggiare e scoprire terre nuove, nacque da lì. Ricordo che negli anni ’80 fecero uno sceneggiato a puntate in televisione che mi teneva incollata con gli occhi allo schermo ogni sera. L’altro giorno ho ritrovato in rete questo video e mi sono emozionata di nuovo pensando a quella fetta di “mondo antico” che mi faceva sognare. Io bambina ingenua e non ancora contaminata dal mondo “dei grandi”, guardavo con amore autentico quel fascinoso uomo dai capelli ricci e dalla barba ben curata. Dite che anche la mia passione per gli uomini “barbuti” in particolare, possa essere nata da lì? 😎

Un altro eroe, un uomo prima ancora che Santo per me fu Francesco d’Assisi.  Un uomo che ebbe la “fortuna” di nascere in una delle famiglie più benestanti di Assisi e che cambiò i suoi occhi e il suo cuore, dopo essere rientrato dalla guerra e aver assistito alle atrocità della bassezza umana. Devo rendere anche merito, in quella che tutt’oggi è una venerazione seppur privata e personale della sua figura, alla visione del bellissimo film di Franco Zeffirelli “Fratello sole, sorella luna” del 1972.

Lo vidi da bambina e mi suscitò un reale e autentico “turbamento” specialmente in quella parte di narrazione in cui Francesco scende nei piani bassi dell’azienda di tessitura e tintura del padre – subito dopo il tentativo fallimentare dello stesso, di farlo felice con i tesori accumulati –   e incontra la sofferenza delle persone. Un volto mi è rimasto impresso in particolare, quello di un uomo anziano a cui si avvicina e stringe le mani. Questa scena riesce sempre a riempirmi gli occhi di lacrime. Ho recuperato anche questa clip estratta dal film, che se ve la sentite, vale la pena di guardare.

E che dire della figura di Chiara? – per rendere anche omaggio ad una icona al femminile. Una ragazza di famiglia semplice che dedica la sua vita e la sua attenzione ai lebbrosi e che con Francesco inizia un amore autentico, decidendo di restargli accanto e di accompagnarlo nella vita spirituale al servizio dei poveri. Fratello sole, sorella luna è un film davvero ricco di poesia e amore e sicuramente ha contribuito anch’esso alla mia formazione e ad una mia naturale predisposizione per gli ultimi.
Amore per il cinema, i film in costume, la storia, le storie di vita e le imprese eroiche e umanitarie mi sono state trasmesse in gran parte dalla scuola, la lettura e i valori della mia famiglia. Mi sento per certi versi fortunata ad aver ricevuto un insegnamento così grande e ricco.

Per concludere con qualche nota più “leggera”, qualche parola anche sui super-eroi. Dai fumetti di un tempo, i vari Nembo Kid, Superman, Spiderman, Wonder Woman, fino alle figure cinematografiche più recenti come gli X-Men. Questi eroi del futuro narrato al presente, rappresentano la diversità. Gli X-Men infatti come saprete, sono tutti dotati di poteri speciali. Sono nati o classificati inizialmente come vere e proprie “anomalie” da combattere. Eppure, grazie alla loro unione questi loro poteri vengono utilizzati per salvare le sorti dell’umanità, nonostante spesso i primi nemici siano proprio da ricercare tra gli umani. Un messaggio molto forte se ci pensiamo, che racchiude lo spirito di fratellanza che andrebbe alimentato e fatto risorgere in questi tempi di grandi divisioni.

Una disanima accurata e particolare la meriterebbero anche gli importanti protagonisti delle pagine politiche e di attualità, ma il discorso andrebbe davvero per le lunghe, e già fin qui, non mi pare di essermi dispensata…

Dalle figure di ieri ad oggi…

La domanda che mi sorge spesso spontanea è “Chi sono gli eroi dei nostri tempi?”. Per me gli eroi ai giorni nostri sono soprattutto quelle persone che non hanno smesso di pensare con la propria testa, che ricercano continuamente la verità e si sono fatte toccare solo trasversalmente dai condizionamenti di massa. Quelli che lottano ostinatamente per cercare non solo di andare avanti, ma soprattutto per cercare di lasciare un mondo migliore alle generazioni future.

Per capire quali sono le caratteristiche di questa nuova frontiera di paladini,  proprio in questo mio contenitore di contenuti d’arte varia, ho provato a proporre una sezione che avrei voluto riempire di contributi corali, di racconti in ogni forma relativi a tutti quei personaggi quotidiani che in un modo o nell’altro contribuiscono o hanno contribuito a renderci le persone che siamo oggi. Purtroppo il mio appello non ha ricevuto riscontro ma, del resto, siamo davvero quotidianamente bombardati da mille richieste e in questo calderone che sono i social, fatto di tanto e troppo, spesso non facciamo nemmeno in tempo a vedere tutto quello che ci arriva. Peccato, sarebbe stato un piccolo percorso illuminante e interessante.

We can be Heroes!

Resta inteso che se a qualcuno l’idea piace, siamo sempre in tempo!
Mi congedo come sempre con la musica e le parole che Bowie canta nella famosissima “Heroes”: “Possiamo essere eroi, solo per un giorno”.
Alla prossima!

🎧🔊Volete ascoltare questo testo? Da oggi potete lo trovate nella pagina AUDIO-ART 🎧 TE LO RACCONTA ROSSOVINTAGE 👩

👉Se vi interessano contenuti come questo, consiglio anche la lettura del DIARIO

Annunci