Storie di 515 De André e “la mia prima volta”

La mia prima volta con Fabrizio De André.515 storie (secondo volume 2019)

Fabrizio De André: 11 gennaio 1999 – 11 gennaio 2019: 515 storie raccontano “la prima volta”

La mia prima volta con Fabrizio De André.515 Storie -Ibis Edizioni 2019Fabrizio De André moriva l’11 gennaio 1999.  Quest’anno in occasione della ricorrenza dei vent’anni, sono tante e diverse le iniziative organizzate in tutta Italia per ricordarlo.  In questa data, è stata anche presentata a Pavia, la seconda edizione ampliata del libro La mia prima volta con Fabrizio De André. 515 storie a cura di Daniela Bonanni e Gipo Anfosso e pubblicato da Ibis edizioni.

Un progetto ricco di sentimento autentico, di racconti, storie e passione. Nel 2016 il “never ending tour” di presentazioni – tra parole e musica dal vivo – lo ha fatto conoscere su e giù per l’Italia in osterie, biblioteche, librerie e festival letterari.

La mia prima volta con Fabrizio De André – Il fil rouge che unisce le persone nella “modernità liquida”

La mia prima volta con Fabizio De André – prima edizione – iniziava con la presentazione di Daniela Bonanni che tra le altre parole scriveva: «Lo sapevamo, ce lo “sentivamo dentro” io e Gipo Anfosso, il mio complice, prima ancora di cominciare quest’opera di costruzione di memoria. Sapevamo che, a dispetto della “modernità liquida” in cui siamo immersi e che ci vorrebbe frammentati e divisi, esistono e persistono legami sotteranei che uniscono le persone. E sapevamo che è Fabrizio De André il fil rouge che, con la sua musica, la sua voce, le sue parole poetiche e profetiche, continua ad unire e generare storie e  passioni».

Un “never ending book” arricchito anche dalle parole di Dori Ghezzi ed Enrico De Angelis

Era il 9 aprile del 2016. A distanza di quasi tre anni La mia prima volta con Fabrizio de André si arricchisce di nuove storie che raccontano l'”iniziazione” personale a Fabrizio De André. Nel primo volume erano 305, ad oggi sono diventate 515.

Comprendono voci di tutte le età – dai 10 agli 82 anni – e l’intento degli autori è quello di farne un “never ending book“, continuando a raccogliere sul blog dedicato e sulla pagina Facebook nuovi contributi, perché come ci ricordano Gipo Anfosso e Daniela Bonanni: «Fabrizio De André è di tutti e per tutti, unisce vite e generazioni, è patrimonio dell’umanità da diffondere e salvaguardare». Il secondo volume è  impreziosito anche dal messaggio pieno di affetto di Dori Ghezzi e dall’introduzione – accurata e appassionata – di una penna autorevole come quella di Enrico de Angelis.

Il racconto della “mia prima volta” con Fabrizio De André

La mia prima volta con Fabrizio De André.515 Storie - la mia storiaDi Fabrizio De André, ho sempre amato la musica e la poetica, ma anche quella coralità e lo spirito che avvicina e unisce le persone.

Ho accolto subito e supportato questo progetto e con il mio consueto entusiasmo ne ho raccontato sin dalla prima edizione fino a volerne essere anche parte attiva in questa seconda occasione.

A pagina 48 e 49, potete infatti leggere anche il mio contributo, la storia della “mia prima volta“. E chissà che questo “contagio” riesca a raggiungere anche voi e farvi decidere di tirare fuori dal cassetto quei ricordi,quelle parole,  la vostra voce, per unirla alle 515  – ad oggi – di questo grande coro.

 “Sbocciavan le viole” e istantanee in un sabato di Aprile

Vi invito anche a scoprire le immagini, parole ed emozioni che ho raccolto in occasione della presentazione a Pavia del 2016, in queste  ISTANTANEE DI UN SABATO DI APRILE