ARISTOFANE|UCCELLI IN VOLO AL MENOTTI

ARISTOFANE| UCCELLI La celebre commedia dell’autore greco è in scena al Teatro Menotti di Milano, nel riadattamento di Emilio Russo. Dal 17 gennaio al 3 febbraio…

ARISTOFANE  il padre della commedia attica antica, nel 414 a.C. scrisse diverse opere teatrali. A noi ne sono giunte solo 11, tra cui GLI UCCELLI
Testo tra i più affascinanti e dai temi eternamente attuali: la fuga dalla corruzione, la libertà e la ricerca di un mondo “migliore”.
Un desiderio utopico che – nonostante tutto – l’uomo continua ad accarezzare, dai tempi dei tempi.

ARISTOFANE e gli UCCELLI, tornano a volare anche sul palco del Teatro Menotti in questi giorni…

Prima di tutto, un piccolo ripasso introduttivo della trama della storia è doveroso. Pisetero ed Evelpide – cittadini scontenti di Atene – si mettono in viaggio – alla ricerca di una città dove poter vivere “in pace e armonia”. Guidati dalle indicazioni di una gazza, giungono da Upupa – che in passato fu Tereo, re di Tracia e che per volere degli dei venne trasformato in uccello.

Con la sua intercessione – i due viandanti ateniesi in cerca di patria – riescono a convincere gli altri uccelli dell’idea che fondare una città che stia a metà tra il cielo, l’olimpo e gli uomini sia un ottima soluzione e un occasione propizia per riprendersi un ruolo di supremazia e importanza, che gli appartiene – ancor prima che agli dei.

Inizialmente gli uccelli sono diffidenti e non accettano di buon grado la proposta dei due umani. Ma Evelpide – abile affabulatore – riesce a mostrar loro un “disegno” accattivante e con il loro favore, danno il via alla costruzione di Nubicuculia…

Ph: Gianfranco Ferraro

Il resto della narrazione, lo lascio alla visione dello spettacolo che ho trovato molto divertente e piacevole in questa rilettura in chiave moderna da parte di Emilio Russo – regista coadiuvato dall’assistente Claudia Donadoni.
La scenografia a cura di Lucia Rho – minima ma efficace – è impreziosita da fascinosi interventi di teatro d’ombra della Compagnia Controluce. Molto belli anche i costumi – di Pamela Aicardi.

Già dall’ingresso in sala l’allestimento del palco è visibile e gli attori sono in posizione “scrutando silenziosamente” la platea che si riempie …
L’ammaliante Nicolas Errico veste i panni di Upupa/Tereo ed è affiancato dal “versatile” Claudio Pellerito.
PiseteroClaudio Pellegrini –  ed EvelpideLudovico Fededegni – sono un duo ben assortito che – tiene  una simpatica“cazzimma” come si dice a Napoli e – non a caso – nell’accento e con la recitazione, ricordano quasi una coppia alla “Totò e Peppino “.

Cariche di energia, grazia e carisma le “donne piumate”: Giuditta Costantini, Giulia Perosa, Chiara Serangeli e Maria Vittoria Scarlattei – che veste i panni anche di uno spassoso e adorabile Triballo

Ad arricchire la narrazione ci pensa come sempre la musica.
Per questo spettacolo ha uno speziato sapore etnico, grazie alla voce di Camilla Barbarito e all’accompagnamento dei tre musicisti: Dimitris Kotsiouros, Marta Pistocchi e Roberto Romagnoli.

E poi piume, piume…tante piume che svolazzano e fanno proprio venir voglia di indossare un bel paio di ali e volare a Nubicuculia, dove  tra l’altro – ci raccontano – tante trasgressioni sono concesse…

Ph: Gianfranco Ferraro

Quanta energia di Bellezza è sempre in grado di regalare il Teatro. Ne discorrevo proprio in attesa che iniziasse lo spettacolo, con un signore seduto accanto a me con la moglie e si conveniva della sua importanza, specialmente in età giovanile.

Il Teatro forma – chi lo fa e chi assiste seduto in platea.
Il Teatro da forma – a mondi fantastici e pieni di magico incanto.
È terapia per la mente e per l’anima e invita spesso anche alla riflessione.

Concludo con queste considerazioni perché ritengo che sia importante anche ricordarsi di continuare a supportare realtà  meritevoli – come quella del Teatro Menotti – che rischiano sempre più di perdersi.
[a proposito prendetevi due minuti e firmate anche voi questa petizione, è importante! ]

Vi invito dunque ad andare a Teatro. 🎭
UCCELLI testo di ARISTOFANE– nella rivisitazione di TIEFFE TEATRO – è in cartellone al TEATRO MENOTTI di MILANO fino al 3 febbraio.
Durata dello spettacolo: 120 minuti con intervallo

Cast Camilla Barbarito, Chiara Serangeli, Claudio Pellegrini, Claudio Pellerito, Giuditta Costantini, Giulia Perosa, Ludovico Fededegni, MariaVittoria Scarlattei e Nicolas Errico

Adattamento e Regia: Emilio Russo
Assistente alla regia: Claudia Donadoni
Scene: Lucia Rho
Costumi: Pamela Aicardi
Interventi di teatro d’ombra: Compagnia Controluce
Luci: Mario Loprevite
Assistente alla produzione: Cecilia Negro


Informazioni e Biglietteria:

TEATRO MENOTTI – Via Ciro Menotti 1 Milano
tel.02 36592544
biglietteria@tieffeteatro.it
Sito Ufficiale

Photocourtesy:
Gianfranco Ferraro

Annunci

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.