Loreena McKennith-Lost-Souls

LOREENA MCKENNITT CANTA LE “ANIME PERSE”

LOREENA MCKENNITT. In un precedente articolo, anticipavo l’uscita del suo nuovo lavoro LOST SOULS. Dall’11 maggio, questo nuovo disco di inediti è uscito e dal prossimo autunno, partirà il Lost Souls tour…

Una delle caratteristiche della musica di Loreena McKennitt che per me da sempre è un fondamento è la “sacralità” oltre a quel sentore di “immortale” e sospeso che caratterizza l’anima, che dipinge il ritratto di arie “antiche” che incontri anche quando viaggi e vai in visita in luoghi mistici, palazzi, chiese, città e dove, inspiegabilmente, ti senti come…”a casa”.

Ecco. Se c’è una sensazione che da subito e sempre ho riscontrato, nella musica di Loreena McKennitt è questo “appartenere”.

Considero Loreena McKennitt una grande artista con una sensibilità fuori dal comune che, con la sua voce riesce a far “cantare” e vibrare l’anima ad una frequenza particolare. Amo la cura meticolosa della sua ricerca, dell’utilizzo di strumenti musicali anche “insoliti” che accompagnano la sua voce e le sue liriche e dei grandi musicisti di cui si avvale.

LOST SOULS è un album di “conferma” più che di scoperta.  Le “anime perse”, sono rappresentate da queste canzoni, inedite, che non avevano trovato spazio nelle precedenti produzioni. Questo lavoro ha caratteristiche e rimandi ai lavori pubblicati in passato  come The Visit e il più recente An Ancient Muse. Anche se Loreena McKennitt  ha sempre creato musica con una certa linea fedele in coerenza e continuità.

Loreena McKennith-Lost-Souls

LOST SOULS è un album con confini geografici ben definiti. Le chitarre iniziali della prima traccia Spanish Guitar and Night Plazas, ad esempio, che aprono l’ascolto,  portano idealmente in una di quelle piazze dove si danza e si fa festa tutta la notte.

Potremmo ancora essere in Francia o in Spagna e danzare sotto le piante di ulivo? O in Irlanda sotto le querce?” Sono quesiti che troviamo nel testo di A Hundred Wishes, brano numero 2. Domande che evocano quei ricordi che restano nella memoria, nel vissuto fra chi parte e chi rimane.

Le anime vagano, sono costantemente in viaggio, si muovono tra il giorno e la notte, sotto il sole, la luna e le stelle che troviamo nel brano 7 Sun, Moon and Stars, uno strumentale, un “cielo ideale” che attinge da una melodia folk moldava.

Un percorso sonoro che si svela e rivela nella title track «fortemente ispirata da un libro di Ronald Wright intitolato A Short History of Progress  come Loreena McKennitt ha commentato.

Lost Souls occupa la posizione 9 dell’album, quella che conclude l’ascolto e come anche è scritto tra le parole contenute nelle note introduttive del booklet, possiamo scorgere una direzione e un senso «Forse non siamo persi, solamente ci occorre tempo per tornare a casa».

Del resto e sebbene questa strada possa a volte sembrare davvero lunga e tortuosa…resta uno dei motivi del nostro continuo andare…

La musica di Loreena McKennitt non è mai stata”per le masse”; è un po’ come leggere un certo genere di letteratura “impegnata”…riesci a cogliere maggiori sfumature, soprattutto sei hai un approccio familliare con la profondità.

Loreena McKennitt ha sempre seguito questa rotta e la sua bellezza è da ricercare nelle liriche, negli autori ai quali si ispira da sempre ( come John Keats e W.B. Yeats), nei messaggi che ogni brano veicola.

LOST SOULS è un album che richiede attenzione, ascolto e lettura. E a questo proposito il cd-booklet di consueta fattezza “elegante”che contiene i testi, diventa prezioso e fondamentale per l’ascolto. L’oggetto è soggetto-strumento.

Loreena Mc Kennitt foto by Quinland Road
Loreena McKennitt foto per gentile concessione di Quinland Road℗©

Un’altra particolarità che ho sempre colto in questa artista è quella di riuscire a stregare il pubblico soprattutto durante i suoi concerti. Nei live, i fattori in gioco, sono davvero tanti e ogni volta differenti…un fascino e una scoperta che si incontra e si rinnova piacevolmente.

Dal prossimo autunno il Lost Souls tour ci permetterà di tornare a vivere in pieno, la magia della musica di Loreena McKennitt. Sul Sito Ufficiale, sono già state svelate le prime date e altre ne seguiranno, tra cui quelle europee…

Termino qui con una richiesta, per una volta rivolta a chi legge. Se qualcuno ha ascoltato o ascolterà questo album magari e soprattutto avvicinandosi alla musica di Loreena McKennitt per la prima volta, mi piacerebbe confrontare pareri e impressioni…proprio sotto a questo articolo c’è il box per i commenti, se volete siete i benvenuti.
Restiamo… in ascolto!

Photocourtesy & Credits 

Loreena McKennitt Sito Ufficiale
Grazie per il prezioso supporto e la collaborazione a Fabio Vergani di A Buzz Supreme

MusicArt Blogger, web content editor, comunicazione e promozione.

Annalisa Belluco

MusicArt Blogger, web content editor, comunicazione e promozione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.