TEATRO E RESILIENZA. «PUNTO E A CAPO».

TEATRO E “RESILIENZA”…«PUNTO E A CAPO» come  il titolo del programma della stagione 2018/2019 del teatro menotti di milano.  Un cartellone di spettacoli di prosa, musica, danza e poesia, all’insegna del “teatro di emozione”…

PUNTO E A CAPO perché come ogni anno, tra poco si chiude il sipario, per dare un doveroso “respiro” al palco che ha visto avvicendarsi attori, cantanti, ballerini, registi, tecnici, per una intera stagione. Tempo di bilanci, ma anche di preparazione del lavoro per la stagione successiva, per ripartire con un’ottica sempre più determinata e restituire in pieno alla città, un luogo di cultura, come il Teatro Menotti.

Una programmazione più “ridotta” rispetto alle precedenti, frutto di scelte più ponderate, che precedono il cinquantenario, previsto per il prossimo anno (1969/2019). PUNTO E A CAPO quindi e…”Resilienza”. Un vocabolo che anche se è ampiamente utilizzato, al giorno d’oggi, in questo contesto rappresenta concretamente un’intenzione, a partire dalla prima interessante novità, che inaugurerà la stagione 2018/2019.

Prima della pausa estiva, l’appuntamento è con un gradito ritorno, quello del “teatro d’improvviso” di un maestro istrionico, autore-attore con una visione artistica sempre “in bilico tra il dentro e il fuori scena, tra il personaggio, l’attore e la persona“. PAOLO ROSSI e la storica e straordinaria compagna di sempre LUCIA VASINI assieme ad una favolosa compagnia di attori e musicisti, portano in scena IL RE ANARCHICO E I FUORILEGGE DI VERSAILLES. (DA MOLIÈRE A GEORGE BEST QUARTA STAGIONE COMPLETA)

Lo spettacolo debutta in prima nazionale dal 7 al 17 giugno, sarà protagonista di una lunga tournèe nazionale e tornerà nuovamente al Teatro Menotti dall’11 al 31 dicembre .

PUNTO E A CAPO. Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles Ph Roby Schirer nella foto Paolo Rossi
Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles Ph Roby Schirer nella foto Paolo Rossi

Un racconto in forma di varietà onirico con diverse sfumature e livelli di espressioni artistiche…
«teatro, sogno, speranza, parola, musica e…risate.»

Dal 16 al 21 ottobre le luci torneranno a riaccendersi con la prima nazionale di ROCK AND RESILIENZA.  Uno spettacolo di musica dal vivo e parole, scritto da Francesco Caldarola, diretto da Emilio Russo e interpretato da Paola Maugeri.  ROCK AND RESILIENZA è anche  il titolo del quarto libro pubblicato dalla giornalista musicale, volto storico di Mtv.

Un lavoro che cerca di spezzare l’attuale consuetudine all’utilizzo della musica, relegata al solo”intrattenimento”, per puntare all’essenza e attingere a quella sua preziosa e innata capacità consolatoria e salvifica. Una narrazione che cerca di restituire umanità e una visione di “normalità” anche ai tanti personaggi, protagonisti del rock, che nella sua lunga carriera ,”Wikipaola” ha potuto incontrare e intervistare.

PUNTO E A CAPO. Rock and Resilienza- Paola Maugeri Ph Cosimo Buccolieri
Rock and Resilienza- Paola Maugeri Ph Cosimo Buccolieri

«La vita è l’arte dell’incontro” amava ricordare Vinicius De Moraes e se, a ben guardare, nulla succede per caso, tutti gli incontri nella nostra vita hanno un senso e uno scopo; il più delle volte lo comprendi anni dopo, o magari mai, ma il senso è quello e nessuno è ancora riuscito a convincermi del contrario.» Paola Maugeri

 

In cartellone al Teatro Menotti si alternano produzioni e coproduzioni nuove e anche alcune “riprese” come  LE BAL – L’Italia balla dal 1940 al 2001 . Dopo il successo di critica e di pubblico della scorsa stagione  dal 23 ottobre al 4 novembre torna lo spettacolo di Giancarlo Fares  che prende spunto dall’opera del regista e attore Jean-Claude Penchenant. Coproduzione di Tieffe Teatro Milano e O.T.I.  Progetto realizzato in collaborazione con Viola PRODUZIONI S.R.L.

Dal 9 all’11 novembre, invece, la Compagnia della Fortezza ci conduce alla scoperta dell’affascinante BEATITUDO ispirato all’opera di Jorge Luis Borges  autore che «attraverso la sua scrittura, ci invita a perderci, ci chiede di smettere la presunzione della comprensione e di seguirlo tra sentieri di parole che conducono ad un’altra realtà».
Questo spettacolo che debutterà alla Fortezza Medicea nel mese di luglio, arriverà a Milano per la prima volta, per poi partire per una tournée nelle maggiori piazze italiane con una compagnia che conta oltre 40 elementi.

Frutto di un lavoro impegnativo e complesso, vuole rappresentare una pratica più filosofica che teatrale, una sfida raccolta e affrontata nella drammaturgia e regia da Armando Punzo coadiuvato da Andrea Salvadori autore delle musiche originali e del sound design, impreziosita dalle scene di Alessandro Marzetti e Armando Punzo e dai costumi di Emanuela Dall’Aglio. Una produzione CARTE BIANCHE e TIEFFE TEATRO con il sostegno di MIBACTMinistero dei Beni e delle Attività Culturali e del TurismoRegione ToscanaComune di VolterraComune di PomaranceFondazione Cassa di Risparmio di VolterraMinistero della Giustizia C.R. Volterra.

«Noi siamo il sogno che vorremmo sognato dagli altri»
In BEATITUDO tutto accade come per la prima volta e proprio come nell’opera di Borges metterà alla prova quello che crediamo, pensiamo, fino ad arrivare ad un autentico stravolgimento della nostra capacità di comprendere, disattendendo probabilmente, anche le nostre aspettative.

PUNTO E A CAPO. Beatitudo- Compagnia della Fortezza ph.Stefano Vaja
Beatitudo- Compagnia della Fortezza ph.Stefano Vaja

Un altro ritorno che porta la firma di Tieffe Teatro Milano riguarda la TRILOGIA AMERICANS a cura di Arturo Cirillo. Tre spettacoli che verrano ri-presentati in una “mini maratona teatrale”. LO ZOO DI VETRO di Tennesee Williams e CHI HA PAURA DI VIRGINIA WOLF? di Edward Albee, in scena il 24 e 25 novembre assieme a LUNGA GIORNATA VERSO LA NOTTE di Eugene O’Neill che dal 27 novembre al 2 dicembre, concluderà questo ciclo dedicato alla drammaturgia statunitense del ‘900. Un progetto durato cinque anni, che ha  portato nelle maggiori piazze italiane questi capolavori del teatro contemporaneo, diretti e interpretati tra gli altri, da Arturo Cirillo assieme a Milvia Marigliano.

Lucia Vasini considerata spesso come l’erede di Franca Rame, tornerà in scena dal 26 febbraio al 17 marzo anche nei panni della protagonista di una edizione al femminile di MISTERO BUFFO, storico testo di Dario Fo e Franca Rame per la nuova produzione di Tieffe Teatro e la regia di Emilio Russo, autore anche della rivisitazione di un testo classico, con contaminazioni e visioni contemporanee: GLI UCCELLI di Aristofane, in scena dal 17 gennaio al 3 febbraio.

Consuetudine di questo “teatro delle emozioni” sono anche le “ospitalità”.
Dal 12 al 17 febbraio TEATRO DELUSIO di Familie Flöz, Arena Berlin e Theaterhaus Stuttgart arriverà per la prima volta a Milano, così come la lettura visiva e visionaria da William Shakespeare ABITARE LA BATTAGLIA (CONSEGUENZE DEL MACBETH) di La Fabbrica dell’AttoreTeatro Vascello Roma diretto da Pierpaolo Sepe dal 19 al 24 marzo. Ci sarà spazio anche per un altro testo storico di Dario Fo e Franca Rame: TUTTA CASA LETTO E CHIESA con Valentina Lodovini, regia di Sandro Mabellini che sarà in scena dal 13 al 18 novembre.

PUNTO E A CAPO. ABITARE LA BATTAGLIA (CONSEGUENZE DEL MACBETH)
ABITARE LA BATTAGLIA (CONSEGUENZE DEL MACBETH)

La rassegna Talkin’Menotti, festival di narrazioni e contaminazioni giunta alla sua terza edizione, aprirà con SYRIA e un affascinante concerto-spettacolo dedicato a Gabriella Ferri, dal titolo PERCHÈ NON CANTI PIÙ… il 29 e 30 marzo.

PUNTO E A CAPO. Perchè non canti più- Syria. Ph Pier Nicola Bruno
Perchè non canti più- Syria. Ph Pier Nicola Bruno

L’omaggio a due artisti e indimenticabili Maestri, come Pino Daniele ed Eduardo De Filippo, prodotto da Schegge di Mediterraneo – Festival dell’Eccellenza al Femminile sarà invece portato in scena da Mariangela D’Abbraccio e la band Musica da Ripostiglio con NAPULE È…N’ATA STORIA  dal 2 al 7 aprile. E un altro gradito ritorno sulle scene teatrali che lo videro esordire con le sue Storie Tese, sarà anche quello di ELIO che nei panni di narratore e cantante, si cimenterà con l’OPERA BUFFA, Il Flauto Magico e cento altre bagatelle… dal 9 al 14 aprile.

PUNTO E A CAPO. Opera Buffa-Elio-ph. Nuri Rashid
Opera Buffa-Elio Ph. Nuri Rashid

Spazio anche  alla danza, al fascino della sua visione poetica con la Compagnia Artemis Danza di Monica Casadei che per la prima volta a Milano presenta IL BARBIERE DI SIVIGLIA di Gioacchino Rossini dal 4 al 9 dicembre.

PUNTO E A CAPO. Il Barbiere di Siviglia - Artemis Danza Ph. Luigi Angelucci
Il Barbiere di Siviglia – Artemis Danza  Ph. Luigi Angelucci

Per il gran finale di stagione,  infine, una produzione che si preannuncia festosa e ricca di insoliti colori, profumi e sentori con TRATTORIA MENOTTI. La grande platea del teatro sarà svuotata e trasformata in un vero e proprio locale e sarà possibile rivivere le atmosfere della Milano degli anni’60, attraverso storie, musiche, discussioni di arte e politica mentre – a discrezione – si potrà bere un bicchiere di vino, mangiare, partecipare o semplicemente rimanere a guardare e in ascolto e godersi un “viaggio emozionale“.

PUNTO E A CAPO. Prepariamoci ad accogliere e supportare, la nuova stagione “resiliente” del teatro menotti che si preannuncia ricca di arte, narrazione, recitazione, musica, danza, risate, sorprese e…suggestioni…

Photocourtesy
ROBY SCHIRER
STEFANO VAJA
COSIMO BUCCOLIERI
PIER NICOLA BRUNO

LUIGI ANGELUCCI
NURI RASHID

Informazioni e Campagna Abbonamenti Stagione 2018/2019

TEATRO MENOTTI – Via Ciro Menotti 1 Milano – tel.02 36592544 – biglietteria@tieffeteatro.it
Sito Ufficiale

MusicArt Blogger, web content editor, comunicazione e promozione.

Annalisa Belluco [Rosso Vintage]

MusicArt Blogger, web content editor, comunicazione e promozione.

1 commento

  1. […] AND RESILIENZA di e con Paola Maugeri è lo spettacolo che inaugura la stagione 2018/2019 PUNTO E A CAPO del Teatro Menotti di Milano. In prima nazionale – dal 16 al 21 […]

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.