A.Mirò, A.Patrucco. Ph: Isabella Ibba

Patrucco e Mirò, tra Gaber e Brassens in Degni di nota al Menotti dal 4 al 14 maggio

A.Mirò, A.Patrucco. Ph: Isabella Ibba
A.Mirò, A.Patrucco. Ph: Isabella Ibba

Questo Maggio, ci riserva giornate primaverili instabili. Nella stessa giornata, a Milano, esce il sole e poi scoppia un temporale. La bellezza del teatro è che si può apprezzare in tutte le stagioni, offre sicuro riparo, permette di godersi 90 minuti di sorrisi, risate e buona musica “Degni di nota“.

Si chiama esattamente così, lo spettacolo che fino al 14 maggio, è in cartellone al Teatro Menotti. Sulla scena, una coppia artistica di talento, come Alberto Patrucco e Andrea Mirò, supportati da Daniele Caldarini al pianoforte e tastiera, Francesco Gaffuri al contrabbasso e basso elettrico e Jacopo Pugliese alla batteria e percussioni.

Una pagina di teatro musicale, che rende omaggio a due grandi nomi della canzone italiana e francese: Giorgio Gaber e Georges Brassens. Due grandi artisti che possono apparire distanti tra loro temporalmente e che, invece, a partire dal medesimo nome che portano e da un “comune sentire”, ci permettono di incamminarci su strade parallele ricche di emozionante poetica. Questi”fili invisibili” che si intrecciano con la magia della musica, costruiscono l’ordito del tappeto sonoro del recital, frutto di un lavoro durato due anni, scritto da Alberto Patrucco e Antonio Voceri con la regia di Emilio Russo e i costumi di Pamela Aicardi.

Se ridere non è impresa facile, specialmente ai giorni nostri, far ridere è davvero uno dei mestieri più complessi.

Ph: Laila Pozzo
Ph: Laila Pozzo

Alberto Patrucco attore e autore,”comedian” di antico stampo, coinvolge e diverte, gioca con le parole senza scadere nel banale e nella retorica e trasforma umani vezzi e manie, nostalgie e luoghi comuni, argomenti profondi e a volte quasi “scomodi”, in leggere bolle colorate di ironica e geniale comicità. Al suo fianco, c’è Andrea Mirò musicista/autrice che per la prima volta veste anche i panni dell’attrice e incanta con il carisma della sua voce, affascina con l’eleganza raffinata al piano e alla chitarra e come interprete “degna di nota”.

I testi delle canzoni, provengono dal disco Segni(E) Particolari, lavoro nel quale Alberto Patrucco, ha ripreso 13 musiche di George Brassens che sono state tradotte in forma inedita, in italiano.

C’è un numero ricorrente in questa narrazione. Due: come Giorgio Gaber e George Brassens, come poesia e musica, come le epoche a confronto, come gli ingredienti che uniti creano un’anima: testa e cuore.

Due come i favolosi “Copains d’Abord” Alberto Patrucco e Andrea Mirò, protagonisti in scena in questo imperdibile Degni di nota, al Teatro Menotti di Milano, dal 4 al 14 maggio.

Photocourtesy:
Isabella Ibba
Laila Pozzo

Informazioni:
Tieffe Teatro Milano

MusicArt Blogger, web content editor, comunicazione e promozione.

Annalisa Belluco [Rosso Vintage]

MusicArt Blogger, web content editor, comunicazione e promozione.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.