Ph: Virginia Bettoja

GABRIELLA GREISON: 1927 MONOLOGO QUANTISTICO

Ph: Virginia Bettoja
Ph: Virginia Bettoja

“Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.” (Albert Einstein)

Conoscete la fisica quantistica? La teoria affascinante e fondamentale che governa le nostre esistenze, è il tema protagonista dello spettacolo 1927 Monologo Quantistico di e con Gabriella Greison, diretto da Emilio Russo che a Milano, ha avuto il suo debutto la sera di venerdì 4 novembre al Teatro Menotti.

Ph: Virgina Bettoja
Ph: Virgina Bettoja

Attraverso un alternarsi di foto, video e musica, Gabriella Greison racconta diversi e interessanti aspetti, che riguardano i padri visionari della fisica che hanno contribuito a cambiare la percezione del mondo.

Tutto inizia da una fotografia, scattata il 29 ottobre 1927, in occasione della quinta Conferenza Solvay che accolse scienziati, quasi tutti fisici e in parte Premi Nobel. Serate, dibattiti, aneddoti che hanno caratterizzato quei ritrovi che Einstein era solito chiamare “witches Sabbath” (il riposo delle streghe). Da Einstein a Marie Curie, da  Schrödinger e Heisenberg a Dirac.

Passione per la materia, studio, ricerca, esperienza sono tra le qualità che emergono nei dialoghi protagonisti in questo monologo e che associate alla capacità narrativa, catturano l’attenzione del pubblico presente in sala. Gabriella Greison si è laureata in Fisica Nucleare all’Università degli Studi di Milano, ha lavorato 2 anni all’Ecole Polytecnhique di Palaiseau a Parigi. Insegnante di fisica e matematica nei licei, conduttrice di trasmissioni televisive di divulgazione scientifica, scrittrice. Un ricco curriculum e una professionalità che dimostra anche nel verificarsi di un inconveniente tecnico audio, che nella prima parte dello spettacolo, la costringe a proseguire avvalendosi della voce priva di amplificazione.

Un piccolo contrattempo che, per un momento, mi fa pensare ad una sorta di “interferenza quantistica” che, paradossalmente, costringe ad un maggior ascolto, più attento e silenzioso.

Ph: Virginia Bettoja
Ph: Virginia Bettoja

La voce ritorna a farsi sentire chiaramente nella seconda parte e, quando si giunge al termine di questo affascinante viaggio, la fisica diventa poetica e si scopre (o riscopre) ad esempio, la famosa equazione di Dirac (∂ + m) ψ = 0 che sostiene che “Se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possono più essere descritti come due sistemi distinti, ma in qualche modo, diventano un unico sistema. In altri termini, quello che accade a uno di loro continua ad influenzare l’altro, anche se distanti chilometri o anni luce”.

E come ci fa notare Gabriella Greison non è forse anche…l’equazione dell’amore? Questa formula viene infatti largamente utilizzata oggi anche sui social network, in qualità di metafora.
Ma c’è molto altro da scoprire durante lo spettacolo, così come nel libro edito da Salani: L’incredibile cena dei fisici quantistici.

1927 Monologo Quantistico di e con Gabriella Greison con la regia di Emilio Russo, vi aspettano al Teatro Menotti il 5 e 6 e dall’8 al 10 novembre.

Photocourtesy:

Virginia Bettoja

Informazioni:
Tieffe Teatro Milano

MusicArt Blogger, web content editor, comunicazione e promozione.

Annalisa Belluco [Rosso Vintage]

MusicArt Blogger, web content editor, comunicazione e promozione.

1 commento

  1. […] Alle porte della primavera, ad accoglierci dal 20 al 28 marzo 2018 sarà un imperdibile appuntamento con il FESTIVAL DI TEATRO E SCIENZA. Spettacoli, incontri, presentazioni di libri e installazioni per ragazzi, a cura dell’autorevole presenza di Gabriella Greison reduce dal successo di pubblico dell’affascinante 1927 MONOLOGO QUANTISTICO. […]

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.