NICK CAVE TRA IL BIANCO E IL NERO

Nick Cave. Cantautore, scrittore, sceneggiatore, attore e compositore di colonne sonore. Dopo tre anni da Push The Sky Away, torna con Skeleton Tree e il film-performance One More Time with Feeling presentato (fuori concorso) alla 73 esima mostra del Cinema a Venezia.

Nicholas Edward Cave, nasce il 22 settembre 1957 a Warracknabeal (Australia). Figlio di un insegnante di inglese e letteratura e di una bibliotecaria.

Inizia cantando nel coro della Caulfield Boys Grammar School, istituto di Melbourne dove conosce Mick Harvey e Phill Calvert, con cui forma nei primi anni ‘70 il gruppo The Boys Next Door a cui successivamente si aggiungono Tracy Pew e Rowland S.Howard. Incidono nel 1979 il primo LP Door, Door. La band cambia nome nel 1980 in The Birthday Party, pubblica 4 album e resta in attività sino al 1983.

Nel 1984 nascono i Nick Cave And The Bad Seeds, formazione con cui inizia il cammino verso la popolarità odierna. 15 dischi in studio prodotti, sino al 2013.

Il nuovo lavoro del 2016 si chiama Skeleton Tree: un album che può essere descritto come la catarsi del dolore in 8 tracce. Nick Cave è un artista che da sempre dipinge “quadri musicali”, con note cupe, spettrali, profetiche e ricche di fascino malinconico. La vita con il suo paradosso, lo ha costretto a fare i conti con l’elaborazione di un luttuoso dolore, quello meno accettabile per un padre: sopravvivere al proprio figlio Arthur, scomparso lo scorso anno a seguito di una caduta accidentale da una scogliera.

Nel film-performance One More Time Feeling è possibile ripercorrere le fasi della pre-produzione di Skeleton Tree e lasciarci condurre, nella profondità della ferita e dell’ impatto nella produzione artistica.

Attraversando il buio più profondo, si ritrova la via della luce. Certo, con fatica, sofferenza, ma è proprio questo alternarsi di bianchi e neri, di colori e forme che rendono la vita, l’esperienza più unica e degna di essere vissuta.

Anche da “semi cattivi” possono nascere piante fruttifere. Le radici che non si vedono, spesso sono amare. Nick Cave con Skeleton Tree e One More Time Feeling, ce lo racconta.

Articolo precedentemente pubblicato sul blog di CodCast Channel nel settembre 2016 con il titolo: NICK CAVE TRA IL BIANCO E IL NERO

MusicArt Blogger, web content editor, comunicazione e promozione.

Annalisa Belluco [Rosso Vintage]

MusicArt Blogger, web content editor, comunicazione e promozione.

1 commento

  1. […] “Un album  che può essere descritto come la “catarsi del dolore” in 8 tracce.” Così lo raccontavo in un  precedente articolo. […]

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.