Il camaleontico RIGO: WATER HOLE (Rivertale Productions) e i 30 anni dei Gangsters Of Love

cover_water_holeLa musica ha un ruolo importante nel creare ponti e radunare amici. Ed è proprio quello che accade anche questa sera (venerdì 22 gennaio), All’UnaeTrentaCinquecirca di Cantù, in occasione della “presentazione in Double Bill” del nuovo cd WATER HOLE di Antonio Rigo Righetti e le travolgenti vibrazioni del r’n’r con Mel Previte & The Gangsters of Love. Una vibrante colonna sonora in cui si mescolano generi diversi.
IlTeo1Matteo Gianola “Il Teo di Lecco” (così si presenta) da il via alla serata. Prima accompagnandosi alla tastiera, poi imbraccia la sua chitarra (sostenuta da una cinghia su cui scorgiamo un piccolo cuore rosso, con la scritta FollowMe) ed esegue qualche brano di sua produzione di chiara ispirazione folk rock statunitense. L’aria inizia a intiepidirsi.
Un rapido, rapidissimo cambio di scena ed ecco arrivare sul palco Rigo, accompagnato dai fedeli compagni di musica ontheroad da oltre 20 anni: Mel Previte (chitarra elettrica) e Robby Pellati (batteria e percussioni).

Passione, tenacia, carica dirompente e grande professionalità: quattro aggettivi che riassumono l’essenza del camaleontico Rigo bass machine, che introduce il primo brano tratto dal suo ultimo lavoro: WATER HOLE (di cui vi diamo qualche anticipazione, qualche riga più in basso). rigo1

Oltre ai brani inediti, c’è spazio anche per qualche cover come la magnifica Ring of Fire di Johnny Cash e una emozionante Heroes che tributa la recente scomparsa del Duca Bianco David Bowie e di cui, ci racconta Rigo, era già stata inclusa la traccia sull’Ep Water Hole, pubblicato in edizione limitata nel settembre 2015, sotto etichetta Rivertale Productions, la medesima che firma questo nuovo album.
E dalle atmosfere intimistiche si va in crescendo. mel1

La potenza della chitarra di Mel Previte ci trasporta nel calore del  repertorio dei classici del rock and roll: da Chuck Berry a Gene Vincent, da Apache dei The Shadows a Suspicious Mind di Elvis (giusto per citarne alcuni)…e non manca anche il momento di abbandonare per qualche minuto la sedia e scatenarsi un po’. Con le good vibrations dei Gangsters, del resto, è impossibile restare fermi a lungo 😉
melrigorobbyFacendo due rapidi conti, conosco i Gangsters Of Love e la loro musica da almeno 16 anni, da quando li ho visti la prima volta al Thunder Road di Codevilla (Pv) e fu davvero “amore al primo ascolto”. Sentirli suonare assieme è davvero uno spettacolo nello spettacolo, hanno una tale unione e affinità che per intendersi basta davvero uno sguardo e, difficilmente, qualcosa “suona male”.

E le sorprese non finiscono qui, perchè per festeggiare i 30 anni della loro brillante carriera, il prossimo 28 febbraio registreranno il primo album live, direttamente dal palco dello storico locale di Pavia: Spaziomusica. Per le info sull’evento cliccare qui

Che aspettate?…Come on Everybody!! 🙂

 

cover_water_holeWATER HOLE: IL NUOVO ALBUM DI ANTONIO RIGO RIGHETTI (RIVERTALE PRODUCTIONS)
L’acqua, è l’elemento primo della vita. Il Water Hole, in natura, è una “spaccatura” nel suolo che raccoglie l’acqua e permette agli animali del deserto, di ristorarsi. Ma non solo, è anche una “banda di frequenza dell’universo”, che oscilla tra i 1420 e i 1720 Mhz e, verrebbe utilizzata, dalle civiltà evolute per comunicare.
Dopo aver letto questa definizione, abbiamo immediatamente pensato anche al particolarissimo film di Coline Serreau: Il Pianeta Verde (La Belle Verte). Questa affascinante “chiave di lettura”, è una metafora perfetta per introdurre la nascita di WATER HOLE  e per far meglio arrivare la sua essenza, prendiamo a prestito le parole che lo stesso Antonio Rigo Righetti ha utilizzato all’interno di una recente intervista su Vivo: “…l’idea di convivenza in un periodo come questo, sulla Terra, sembra aver raggiunto delle punte molto drammatiche…è il tentativo di dire che la musica può diventare una colonna sonora per queste comunicazioni, una sorta di punto di incontro.

8 i brani presenti in questo album, interamente registrato dal vivo il 13 e 14 giugno 2015 al The Garage Studio in Arezzo, con la direzione professionale di Fabrizio Simoncioni. Un vero e proprio “contenitore” di emozioni che nascono da momenti introspettivi e spesso anche autobiografici. Molto particolare la traccia 3: The King Of Love, impreziosita dall’introduttivo reading di Dario Manfredini che legge qualche riga estratta da un testo di Raymond Carver.
Che altro aggiungere? Che nella sua unicità,  è decisamente un lavoro che va scoperto…Rigo e il camaleonte di WATER HOLE, vi aspettano!

Riferimenti web:

Rigo pagina facebook
Water Hole pagina facebook

Mel&The Gangsters Of Love pagina facebook

Rivertale sito ufficiale

 

 

MusicArt Blogger, web content editor, comunicazione e promozione.

Rispondi