Alla scoperta di Cassandra…da Le Notti di Oz, sogno di un avatar di OTTODIX


CD-Le-Notti-Di-OZ-Prodotto-300x282


IO E CASSANDRA
è uno dei 13 brani contenuti nell’album LE NOTTI DI OZ, sogno di un avatar di OTTODIX.
Siamo andati alla scoperta di cosa si cela dietro alle maschere di questi affascinanti avatar del mondo de LE NOTTI DI OZ,  progetto di Alessandro Zannier, OTTODIX. Nella lunga e piacevole intervista che ci ha rilasciato per il numero 1 de Lo Specchio (disponibile integralmente su queste pagine),  ecco che cosa ci ha rivelato riguardo a CASSANDRA:

In IO E CASSANDRA, facciamo la conoscenza con l’alter ego al femminile di OZ che, come si legge nelle note contenute nel booklet che accompagna l’album “Di antico profumava e d’insolita saggezza…e di Oz era lo specchio”. Si delinea, immediatamente, la figura di quello che solitamente viene comunemente definita “anima gemella”. Quanto è importante “avere uno specchio” e quanto lo è per un artista?

ALESSANDRO ZANNIER: Per un artista un’anima gemella spesso è un opposto fatto di razionalità e di quel briciolo di passione visionaria tali da poterlo bilanciare. Cassandra è più una proiezione mentale di Oz sulle sue aspettative amorose. Un fantasma, un ideale femminile di saggezza e consapevolezza del valore dei ricordi passati. Cassandra era nella mitologia colei che prevedeva solo il futuro funesto e quindi destinata a non essere mai creduta. Una figura quindi in grado di vedere i pericoli dello sguardo univocamente proiettato in avanti. Un personaggio, tutto sommato triste e preso appunto in prestito, dalla tradizione della tragedia.

…il viaggio continua…

…Siamo lo specchio di un incantesimo e il tuo riflesso è il mio medesimo…

MusicArt Blogger, web content editor, comunicazione e promozione.

Rispondi